AUTOANALISI e AUTOVALUTAZIONE

percorso minimo per il bilancio di competenze e la compilazione del curriculum e lettera di autocandidatura

I cambiamenti richiedono un adattamento da parte di chi li vive, quanto più il cambiamento è veloce tanto più è difficoltoso adattarcisi (capirlo, elaborarlo, viverlo) in modo da ottimizzarlo, per sé e per l’ambiente. L’odierno evolversi del mercato e del mondo del lavoro ha in qualche modo modificato il modello di lavoratore.

All'apprendimento permanente del prodotto servizio che si evolvono si aggiungono con importanza primaria e diversa da prima competenze come saper apprendere, saper lavorare in team. Fondamentale la capacità autoapprendimento, ovvero l’abilità di apprendere dalla varietà di situazioni in cui ci si trova a operare, traendo vantaggio da tutte le occasioni che ci si presentano: apprendere col supporto di un formatore o di un esperto, apprendere con colleghi, apprendere in un gruppo oppure apprendere facendo, apprendere per mezzo di sistemi a distanza, apprendere con sistemi basati su computer, ecc..

Per riuscirci ci vogliono interesse, motivazioni, obiettivi personali

Per questo bisogna addestrarsi all’autovalutazione e all’autosviluppo, capire cosa si vuole e che competenze abbiamo per ottenerlo.

L’autovalutazione, ovvero la capacità di riconoscere i propri punti forti e deboli e l’autosviluppo, ovvero la capacità di evolvere le proprie capacità e migliorarsi in base ai propri fini, in armonia con sé stessi e con l’ambiente, si imparano e si incentivano.

L’autosviluppo è conseguenza dell’autovalutazione. Il bilancio di competenze non è uno strumento di giudizio ma un metodo di autovalutazione, oltre che di valutazione, che aiuta il cambiamento.

L’identità di una persona è costituita dal modo di essere, dal sapere e saper fare.

Essere, sapere e saper fare

Ognuno ha uno stile, una personalità data dai molteplici aspetti del nostro carattere. Quelli che ci fanno dire "io sono".

 

ESSERE
"Copia e incolla" sulla colonna di destra gli aggettivi del tuo carattere.
Puoi aggiungere quelli che ti vengono in mente (puoi aggiungere tutte le righe che vuoi).
.Puoi scriverne anche di opposti o contraddittori se reputi di essere gli uni e gli altri

Io sono ambizioso/a

Io sono socievole e comunicativo

Io sono insensibile

 

Io sono perseverante e tenace

 

Io sono riservato/a

 

Io sono un / una leader

 

Io sono incostante

 

Io sono assertivo/a

(essere assertivi significa rispettarsi ed essere in grado di farsi valere e far valere i propri diritti senza prevaricare gli altri. Comportamenti contrapposti sono l’aggressività e la passività di chi subisce)

 

Io sono indeciso/a

 

Io sono sensibile

 

Io sono ottimista

 

Io sono empatico/a

(l’empatia è la capacità di percepire, partecipare e condividere le emozioni degli altri, di sintonizzarsi con loro)

 

Io sono rigido/a

 

Io sono introverso/a e taciturno/a

 

Io sono affidabile

 

Io sono apprensivo/a

 

Io sono prudente

 

Io sono motivato/a

 

Io sono curioso/a

 

Io sono distratto/a

 

Io sono allegro/a e divertente

 

Io sono rinunciatario/a

 

Io sono ordinato/a e preciso/a

 

Io sono indisponente

 

Io sono pigro/a

 

Io sono consapevole di me stesso/a

 

Io sono malinconico/a

 

Io sono determinato/a - deciso/a

 

Io sono popolare

 

Io sono imprevedibile

 

Io sono coscienzioso/a

 

Io sono chiuso/a, introverso/a

 

Io sono ansioso/a

 

Io sono metodico/a e prevedibile

 

Io sono tendenzialmente un’ emarginato/a, un escluso/a

 

Io sono diplomatico/a

 

Io sono creativo/a e dotato/a di inventiva

 

 

Io sono un indeciso/a

 

Io sono confusionario/a e disordinato/a

 

Io sono fiducioso/a in me stesso/a

 

Io sono impopolare

 

Io sono intraprendente – ho spirito d’iniziativa

 

Io sono inaffidabile

 

Io sono dotato/a di autocontrollo

 

Io sono fragile

 

Io sono organizzato/a e ordinato/a

 

Io sono bugiardo/a

 

Io sono autonomo/a e indipendente

 

Io sono pratico/a

 

Io sono adattabile e flessibile

 

Io sono scettico/a

 

Io sono disordinato/a, impreciso/a

 

Io sono sfacciato/a

 

Io sono sincero/a

 

Io sono insoddisfatto/a

 

Io sono vivace

 

Io sono pessimista

 

Io sono convincente

 

Io sono indifferente

 

Io sono capace di lavorare in gruppo

 

Io sono emotivo/a

 

Io sono impaziente

 

Io sono diffidente

 

Io sono idealista

 

Io sono combattivo/a

 

Io sono attento/a

 

Io sono pauroso/a

 

Io sono insicuro/a di me stesso/a

 

Io sono responsabile

 

Io sono timido/a

 

Io sono insicuro/a

 

Io sono chiacchierone/a

 

Io sono efficace

 

Io sono indiretto/a

 

Io sono ipocrita

 

Io sono diretto/a

 

Io sono soddisfatto/a

 

Io sono amabile

 

Io sono indisponibile

 

Io sono accomodante

 

Io sono noioso/a

 

Io sono ribelle

 

Io sono incostante

 

Io sono paziente

 

Siamo abituati/e a dare importanza solo ad alcune delle tante cose che facciamo quotidianamente, ma ogni fare sottende uno o più saperi, trasferibili e riproducibili. Per abituarsi a prendere in considerazione quanti più saperi possibili sono ulteriormente divisi settori: saper fare con le cose, con le piante e gli animali, con le persone, ecc..

SAPER FARE

Dopo aver scaricato il file, "copia e incolla" sulla colonna di destra quei "saper fare" che reputi ti appartengano
Puoi aggiungere, scrivendoli, quelli che ti vengono in mente.

CON LE COSE

Io so riparare oggetti

Io so cucinare

Io so montare e costruire oggetti

Io so disegnare, dipingere, pitturare

Io so maneggiare oggetti fragili e sostanze delicate

Io so navigare su internet

Io so usare la posta elettronica

Io so suonare

Io so guidare…

Io so scolpire

Io so mantenermi in forma

Io so usare macchine e strumenti elettrici

Io so usare la tecnologia

Io so ….

   
   
   

CON LE IDEE

 

Io so apprendere ed imparare

(dalle esperienze, nello studio, ecc.)

 

Io so comporre musica

 

Io so analizzare e classificare informazioni e problemi e trarne delle conclusioni

 

Io so creare immagini

(dipingendo manualmente o al computer, facendo collage)

 

Io so trovare soluzioni e alternative, so risolvere i problemi che mi si pongono

 

Io so comporre pouzzle

 

Io so inventare nuove ricette culinarie

 

Io so applicare istruzioni scritte e diagrammi

 

Io so eseguire ed applicare istruzioni verbali

 

Io so dare istruzioni

 

Io so organizzare informazioni e dati

 

Io so gestire denaro

 

Io so memorizzare

 

Io so cercare e reperire informazioni

 

Io so sintetizzare

 

Io so seguire più attività contemporaneamente

 

Io so cambiare opinione se capisco che quello che credevo e sostenevo era sbagliato

 

Io so scrivere creativamente

 

Io so rappresentare graficamente, verbalmente, ecc. idee e concetti

 

Io so….

 
   
   
   

CON LE PERSONE

 

Io so guidare e assumermi la responsabilità di persone e gruppi

 

Io so comunicare efficacemente

 

Io so studiare, giocare e lavorare in gruppo

 

Io so ascoltare

 

Io so comprendere i sentimenti degli altri

 

Io so motivare gli altri

 

Io so negoziare

 

Io so organizzare le persone

 

Io so andare d’accordo con gli altri

 

Io so insegnare, formare, addestrare gli altri

 

Io so analizzare persone e situazioni e trarne delle conclusioni

 

Io so persuadere

 

Io so inserirmi ed integrarmi in gruppi ed ambienti diversi

 

Io so vendere

 

Io so delegare

 

Io so difendere e promuovere i diritti altrui

 

Io so controllare le emozioni quando gli altri mi provocano

 

Io so esprimere il mio stato d’animo agli altri

 

Io so accettare le critiche

 

Io so cambiare opinione sulle persone

 

Io so fare critiche costruttive e farle accettare

 

Io so dire di no

 

Io so accudire alle persone

 

Io so dividere le responsabilità

 

Io so…

 
   
   
   

CON ME STESSO/A

 

Io so assumermi responsabilità

 

Io so curare il mio corpo e il mio abbigliamento

 

Io so gestire lo stress

 

Io so rischiare

 

Io so difendere e promuovere i miei diritti

 

 

Io so gestirmi lo studio od il lavoro e le altre mie attività autonomamente

 

Io so….

 
   
   
   

CON PIANTE ED ANIMALI

 

Io so coltivare

 

Io so aver cura di animali

 

Io so cavalcare

 

Io so addestrare cani

 

Io so potare piante e fiori

 

Io so ….

 
   

Abbiamo studiato tanto, magari abbiamo un diploma od una laurea ma difficilmente siamo abituati a definire i nostri saperi anche teorici. Se normalmente li generalizziamo qui sforziamoci di dettagliarli.

IL SAPERE – IO SO

Elenca, scrivendolo, tutto ciò che hai imparato, di cui conosci le regole, i principi teorici, le tecniche, insomma tutto ciò che rappresenta la tua scienza.
Provaci adesso, poi magari torni ad aggiungere qualcosa dopo l’esercizio

"COSA E QUANDO HO IMPARATO"

Se emergono capacità e saperi che non avevi considerati compilando le schede dell’ Essere, sapere e saper fare, torna alle schede relative ed inseriscicele.
 

   
   
   
   
   
   

La rivisitazione nella memoria deve tener conto di tutti i tuoi saperi e modi di essere. Fare una riesamina del proprio percorso complessivo può farti capire quali sono o sono stati i tuoi punti forti e punti deboli.

STUDI SVOLTI

Scrivi, per ogni periodo formativo, quanto richiesto nella prima riga orizzontale.
La rivisitazione nella memoria deve tener conto di tutti i tuoi saperi e modi di essere.
Se lo ricordi metti l’età ed il periodo cui ti riferisci, ti servirà per il curriculum.
Se emergono capacità e saperi che non avevi considerati compilando le schede dell’ Essere, sapere e saper fare, torna alle schede relative ed inseriscicele.

SCUOLE - ISTITUTI

SAPEVO FARE / RIUSCIVO BENE a… in….

SAPEVO FARE / NON RIUSCIVO a…. in…

MI PIACEVA

O NON MI PIACEVA….

HO IMPARATO….

         

ELEMENTARI

 

 

   
         

MEDIE

       

 

       

SUPERIORI

       

 

       

UNIVERSITA’

       

 

       

SEMINARI, CORSI, ECC.

       

Il lavoro di emersione di competenze nei vari contesti precede ed aiuta la consapevolezza della "trasferibilità delle proprie capacità". Nella quotidianità o in attività abituali spesso usiamo competenze che non ci riconosciamo o il cui uso riteniamo normale in quel contesto, sottovalutando od ignorando la possibilità di usare la medesima competenza altrove. Scrivi quanto richiesto nella prima riga orizzontale nelle caselle corrispondenti ad ogni ambito indicato. E’ importante per il curriculum.

ATTIVITA’ SVOLTE O CHE STAI SVOLGENDO

Scrivi quanto richiesto nella prima riga orizzontale nelle caselle corrispondenti ad ogni ambito indicato.
Se emergono capacità e saperi che non avevi considerati compilando le schede dell’ Essere, sapere e saper fare, torna alle schede relative ed inseriscicele.

 

Mi piace

Cosa?

Non mi piace

Cosa?

Aggettivi positivi del tuo carattere e del tuo fare, che emergono in questa attività

ESSERE

Competenze capacità e saperi che emergono in questa attività

SAPERE E SAPER FARE

         

ATTIVITA’/ HOBBIES ( che fai solo perché ti piace)

       
         
         

ATTIVITA’ SPORTIVE

       
         
         

ATTIVITA’ LAVORATIVE (anche in nero)

       
         
         
         

ATTIVITA’

di volontariato

       
         

Avrete notato che anche nelle attività più abituali e quotidiane emergono capacità e competenze. La trasferibilità delle capacità sta a significare che se possiedi una capacità la puoi applicare anche altrove. Ad esempio, se tra le tue esperienze di volontariato ci fosse l’organizzazione di viaggi di disabili e l’accompagnamento degli stessi; se tu ne fossi stato il responsabile (di fatto) e questa si attività fosse svolta reiteratamente e regolarmente… sapremmo che tu possiedi competenze organizzative, relazionali… e probabilmente anche la capacità di risolvere problemi. Spesso succede che noi si usino capacità e poi si sia convinti di non averle "magari perché gli altri non ce le riconoscono". Se ad esempio i genitori ci hanno sempre rimproverati di essere disordinati, noi possiamo essere convinti di esserlo… ma potremmo anche accorgerci che nello studio o sul lavoro, senza che nessuno ce lo abbia imposto, siamo ordinatissimi. Vuol dire che lo siamo e che possiamo esserlo… in qualunque situazione.

COME SONO, DOVE?

Riprendi dalla scheda dell’essere e saper fare i tuoi saperi e distribuiscili nei quattro contesti indicati.
Inutile mettere quelle competenze esclusivamente professionali (uno psicanalista non usa la sua professionalità in famiglia o per hobby)
In verde
degli esempi che cancellerai mano a mano che scriverai quello che realmente ti riguarda.
Sarebbe consigliabile affiancare gli aggettivi contraddittori.
La stessa competenza può risultare in più contesti.

IN FAMIGLIA NELLO STUDIO HOBBY, SPORT, VOLONTARIATO, altri INTERESSI. NEL LAVORO